Procede il piano di implementazione del sistema di videosorveglianza: il Comune di Piombino è risultato beneficiario di un contributo da parte della Regione Toscana per l’installazione di tre nuove videocamere e di un nuovo software che consente una migliore e più efficiente gestione del sistema.

“Garantire una maggiore sicurezza in città è una delle priorità di questa Amministrazione – dichiara Vittorio Ceccarelli, assessore alla Sicurezza e alla Polizia municipale – ed è proprio in quest’ottica che lavoriamo in stretta collaborazione con le Forze dell’ordine. Questo intervento sul sistema di videosorveglianza va esattamente in questa direzione e si somma alle molte implementazioni che già abbiamo eseguito. Le videocamere agiscono in modo efficace sia come deterrente che come supporto al lavoro di ricostruzione di eventi oggetto di indagine da parte delle Forze dell’ordine. Questo intervento in particolare rappresenta un’evoluzione significativa del sistema attuale che consentirà di affinare e migliorare la ricerca rendendo più efficace l’intera rete”.

L’attuale videosorveglianza è costituita da ottantacinque telecamere complessive, alcune solo a lettura targa, altre solo di contesto e altre ancora miste. Grazie a questo cofinanziamento di 25 mila euro il sistema sarà implementato con tre videocamere Panview con visione a 360 gradi in punti sensibili e spesso oggetto di segnalazioni e richieste di intervento: via Torino angolo via Cellini, il terminal bus di via Leonardo Da Vinci, piazza Cappelletti nelle vicinanze del Torrione. Al fine di accrescere le potenzialità del sistema sarà installata anche la nuova piattaforma “XProtect Rapid Review” che consentirà di ricercare veicoli anche con pochi dati a disposizione in maniera automatica, senza quindi procedere con una ricerca manuale postazione per postazione.


Rigassificatore, Ferrari: “Il Comune è pronto a presentare il ricorso al Tar per fermare il progetto”