Empoli: ripartono anche i servizi educativi per l’infanzia - Toscana Daily

Empoli: ripartono anche i servizi educativi per l’infanzia

 E’ tutto pronto per la riapertura degli asilo nido e del Centro Zerosei comunali di Empoli. Da lunedì 7 settembre riprendono le attività educative in presenza per i servizi educativi per l’infanzia per la fascia 0-6 secondo i nuovi protocolli anti-Covid.

Il sindaco di Empoli ritiene che dietro a questa riapertura ci sia tanto lavoro e impegno da parte dell’ufficio nidi del Comune, del Coordinamento pedagogico e di tutto il personale educativo, ausiliario e cuciniere.
Per l’amministrazione comunale quest’anno, ancora di più, avremo bisogno di un patto di corresponsabilità tra i servizi e la famiglia per il rafforzamento dell’alleanza con le famiglie e per il rispetto delle regole di frequenza dei servizi, che riguarda la dimensione educativa e la necessaria connessione tra protocolli di sicurezza e qualità delle esperienze dei bambini.
Il primo cittadino sottolinea come siano stati profusi il massimo dell’impegno, della responsabilità e dell’attenzione perché i nostri bambini non debbano più essere costretti all’isolamento. Un grande grazie dal cuore a tutto il personale coinvolto in questo delicato e fondamentale compito.

Il personale educativo, ausiliario e cuciniere da ieri, martedì 1 settembre, è rientrato in servizio.  
In questi giorni è in corso la pulizia e la sanificazione degli ambienti, delle strutture e dei materiali presenti e tutto il personale potrà su base volontaria effettuare i test sierologici.
I nidi d’infanzia e il Centro Zerosei comunali accoglieranno lo stesso numero di bambini dello scorso anno, secondo le normali capienze, garantiranno i consueti tempi di frequenza, in sicurezza e senza compromettere la qualità dell’esperienza educativa.


In totale a oggi, le iscrizioni sono ancora aperte, sono oltre 250 le bambine e i bambini che saranno ospitati nelle strutture comunali.

Il 7 settembre inizieranno la frequenza i bambini riconfermati, già frequentanti lo scorso anno, con un orario ridotto per i primi due giorni con pranzo e con uscita alle ore 14.00 e dal 9 settembre, con frequenza regolare secondo il pacchetto orario scelto dalla famiglia.

Dal successivo lunedì 14 settembre inizieranno gli ambientamenti dei bambini nuovi iscritti, in maniera graduale e a piccolissimi gruppi.

Domani, giovedì 3, e venerdì 4 settembre sono fissate le riunioni con i genitori, in presenza, organizzate per sezione. Si articoleranno in una prima parte rivolta soltanto ai genitori dei bambini nuovi ammessi e una seconda parte allargata anche ai genitori dei bambini riconfermati. Le riunioni rappresentano una prima occasione di incontro e di conoscenza, necessarie anche per illustrare l’organizzazione del servizio e dare tutte le informazioni per il rientro e la condivisione delle norme sanitarie per gestire in maniera sicura, condivisa e rispettosa di tutti i soggetti, l’attività educativa fino alla conclusione dell’emergenza sanitaria. A differenza degli scorsi anni potrà partecipare un solo genitore.

Patto di corresponsabilità – Nella ripartenza delle attività educative, il rapporto tra i servizi e la famiglia gioca un ruolo fondamentale. A tal fine, dovrà essere sottoscritto un patto di corresponsabilità, per il rafforzamento dell’alleanza con le famiglie e per il rispetto delle regole di frequenza dei servizi.

Organizzazione dei bambini in gruppi stabili, vale a dire interagiranno sempre con gli stessi compagni e le stesse educatrici, mentre giochi e ambienti verranno igienizzati in maniera frequente, con lo scopo prioritario di adottare le misure di contenimento del contagio salvaguardando allo stesso tempo il diritto dei bambini all’educazione e alla socialità attraverso la corporeità, l’esplorazione, il movimento e una serena vita di relazione con il gruppo e le figure di riferimento stabili.

Ingressi scaglionati – I bambini saranno accolti secondo orari scaglionati che saranno, per quanto possibile, concordati con le famiglie, con un numero massimo di coppie adulto-bambino da poter accogliere contemporaneamente definito da ciascun nido sulla base della capienza degli spazi di accoglienza. I bambini potranno essere accompagnati da un solo genitore o adulto delegato, nel rispetto delle regole generali di prevenzione del contagio, incluso l’uso della mascherina durante tutta la permanenza in struttura.

Riorganizzazione dello spazio interno ed esterno – «Saranno ripensati e riorganizzati gli spazi per garantire ad ogni gruppo sezione percorsi di esperienza e situazioni relazionali di benessere e assicurare un’offerta di quotidiana qualità educativa in sicurezza» – spiega Elisa Bertelli, responsabili dei servizi educativi e coordinatrice pedagogica del Comune di Empoli.

Aggiornato il: 02-09-2020 15:25