Denunciati dalla Polizia di Stato per furto in abitazione - Toscana Daily

Denunciati dalla Polizia di Stato per furto in abitazione

Denunciati dalla Polizia di Stato per furto in abitazione

L’intensificazione delle attività di controllo del territorio svolte in applicazione di quanto stabilito in sede di Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo, non si limita soltanto a produrre rilevanti risultati in tema di prevenzione ma restituisce anche incisivi risultati sul fronte della repressione.

L’attività d’indagine svolta dalla squadra mobile pisana ha permesso di identificare e denunciare all’Autorità Giudiziaria due dei tre soggetti autori di un furto perpetrato in un appartamento nel centro di Pisa. Nell’occasione erano stati asportati diversi oggetti in oro e materiale elettronico. La sistematica e capillare visione delle telecamere cittadine ha permesso di ricostruire non solo l’esatta dinamica del furto ma anche tutti gli spostamenti degli autori e permetterne l’identificazione. L’attività d’indagine continua per l’identificazione del terzo soggetto.

Negli ultimi giorni sono state intensificate le attività di controllo per verificare gli esatti adempimenti alle linee guida dettate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nella gestione delle varie attività economiche. In seguito a detti controlli nella trascorsa notte un esercizio pubblico è stato sanzionato per aver violato i protocolli e le linee guida imposti per prevenire e o ridurre il rischio di contagio nonché le norme anti assembramento. Per tali violazioni l’esercizio pubblico è stato destinatario della sanzione accessoria della chiusura per tre giorni in attesa delle valutazioni del Prefetto di Pisa.

I servizi di controllo del territorio effettuati soprattutto nelle aree della città che sono state oggetto di segnalazioni e/o esposti da parte dei cittadini hanno permesso di denunciare 4 persone per reati che incidono sull’ordine e la sicurezza pubblica, quali il possesso di sostanze stupefacenti, molestie e minacce e di identificare n. 310 persone.

Aggiornato il: 01-08-2020 11:29