“Memoria in movimento”: il percorso virtuale delle Case della Memoria - Toscana Daily

“Memoria in movimento”: il percorso virtuale delle Case della Memoria

Un percorso virtuale pensato per far conoscere le Case della Memoria in questo periodo in cui, purtroppo, le loro porte sono chiuse. È “Memoria in movimento” (#memoriainmovimento), l’iniziativa dell’Associazione Nazionale Case della Memoria. Una serie di filmati realizzati da Lisa Capaccioli, pensati per evocare le suggestioni sprigionate dai luoghi in cui hanno vissuto i grandi personaggi rappresentati dalla rete nazionale di case museo.

Ecco allora, uno stralcio del diario di Donna Ignazia Crescimanno, per perdersi e ritrovarsi nella bellezza di un temporale vissuto nel suggestivo Castello di Donnafugata, in Sicilia. Oppure un mini tour di Casa Guidi, il buen retiro fiorentino di Elizabeth Barrett e Robert Browning, attraverso le parole di Virginia Woolf. O ancora un viaggio nella poesia di John Keats, il cui ricordo è ancora oggi custodito nella Keats-Shelley House di Piazza di Spagna a Roma.

«Il nostro Paese, e il mondo intero, stanno attraversando un momento difficile. Come tante altre attività, anche le nostre istituzioni sono chiuse al pubblico –  commenta Adriano Rigoli, presidente dell’Associazione Nazionale Case della memoria -. Ma questo non ci impedisce di agire in vista del domani e tenere viva la memoria anche in questo momento in cui tutti siamo chiamati a rispettare una serie di restrizioni per il bene comune».

«È vero, le nostre porte sono chiuse – aggiunge Marco Capaccioli, vicepresidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria. Ma il nostro obbiettivo è quello di provare a utilizzare questo tempo di stop forzato per fare qualcosa che possa essere utile per il futuro di tutte le realtà che fanno parte della nostra Associazione. Siamo fermi, ma non dobbiamo essere immobili. E non dobbiamo dimenticare tutta la bellezza che è lì ad attenderci».

I video sono disponibili sul nuovo canale YouTube dell’Associazione Nazionale Case della Memoria. Appena creato, il canale nasce con l’obbiettivo di aprire una finestra sulle abitazioni dei grandi personaggi che fanno parte della reta, disseminate in tutta Italia.

Aggiornato il: 18-04-2020 13:10