#Contagiamocidicultura, la lotta alla mafia sui social di Avviso Pubblico - Toscana Daily

#Contagiamocidicultura, la lotta alla mafia sui social di Avviso Pubblico

Le mafie si stanno già muovendo per cogliere al volo nuove opportunità di profitti illeciti offerte dalla situazione di emergenza legata al Coronavirus.
Per questo Avviso Pubblico, l’associazione di enti locali e Regioni contro le mafie fondata nel 1996 e di cui fa parte anche la Regione Toscana, ha messo a disposizione del largo pubblico strumenti per capire cosa si può fare e come dobbiamo farlo per impedire che mafiosi e corrotti mettano a rischio la nostra vita sociale e la democrazia.

E’ questo lo scopo di #Contagiamocidicultura, un progetto che si articola in due parti: una rubrica settimanale in cui saranno presentati libri sui temi della prevenzione e del contrasto alle mafie e alla corruzione, direttamente dagli autori, attraverso un breve video, che verrà pubblicato sui canali social di Avviso Pubblico e un ciclo di videoconferenze on line, della durata di un’ora ciascuna, sul tema “Le mafie ai tempi del Coronavirus”, che potranno essere seguite in diretta sulla pagina Facebook o sul canale YouTube interagendo direttamente con i relatori, ogni giovedì, dalle 16 alle 17.

Oggi, giovedì 16 aprile, videoconferenza dal titolo Agromafie e caporalato, con Giancarlo Caselli ex Procuratore di Palermo e Torino e Marco Omizzolo, sociologo Eurispes.

Per informazioni sul progetto scrivi a stampa@avvisopubblico.it

Aggiornato il: 16-04-2020 13:32