Prevenzione del Covid 19 e rispetto delle normative, summit regionale in Prefettura a Firenze - Toscana Daily

Prevenzione del Covid 19 e rispetto delle normative, summit regionale in Prefettura a Firenze

Ieri mattina, il Prefetto Laura Lega ha convocato una riunione di coordinamento regionale per esaminare le problematiche attinenti l’attuazione delle vigenti disposizioni normative, di recente emanazione, per la prevenzione ed il contenimento del rischio epidemiologico da virus COVID-19 nel trasporto pubblico locale, nell’imminenza della riapertura delle scuole con l’avvio del nuovo anno scolastico.
All’incontro hanno preso parte l’Assessore Regionale alle Infrastrutture, i Prefetti della Toscana, i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, rappresentanti del Compartimento della Polizia Stradale e del Compartimento della Polizia Ferroviaria della Toscana, dell’Ufficio Scolastico Regionale e dell’ANCI Toscana, nonché di RFI e Trenitalia.
Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, è emerso che, stante la necessità di limitare la disponibilità dei posti a bordo dei treni fino all’’80%, in attuazione delle previste misure di sicurezza anti -assembramento, sono stati predisposti contingentamenti per l’acquisto dei biglietti e, per
evitare disagi all’utenza, in caso di sovraffollamenti negli orari individuati come potenzialmente critici, sono stati allestiti, negli snodi ferroviari principali della regione, treni aggiuntivi pronti a partire, non appena ne verrà riscontrata la necessità.
I rappresentanti delle Ferrovie garantiranno, tramite controlli a bordo, il rispetto dell’uso delle mascherine e delle misure di distanziamento sociale, nonché la necessaria sanificazione.
Inoltre, per quanto riguarda il trasporto locale su gomma, la Regione ha assicurato che,in attuazione dell’ordinanza regionale n. 85 del 9 settembre scorso, sono state erogate risorse aggiuntive alle locali aziende di trasporto pubblico affinché vengano messi a disposizione, in relazione agli orari scolastici e quindi nelle fasce orarie di punta individuate, 233 bus di linea
aggiuntivi, ripartiti per tutte le province della Regione. Per le verifiche dell’attuazione di adeguate procedure di sicurezza anti-contagio, nell’attuale periodo di emergenza sanitaria, provvederanno i
servizi PISLL della Regione in collaborazione con i responsabili del Servizio Prevenzione Protezione delle suddette aziende, i medici competenti ed i Rappresentanti aziendali dei Lavoratori per la Sicurezza.
Le Forze di Polizia garantiranno i servizi di carattere generale del territorio al fine di attuare, congiuntamente alla Polizia Municipale, i controlli anti-assembramento alle fermate dei bus e potranno essere chiamate ad intervenire in caso di gravi episodi di mancato rispetto, a bordo dei
mezzi pubblici, delle misure di contenimento del virus.

Aggiornato il: 12-09-2020 13:53