Furti ad anziani, a Carrara individuati gli autori di una truffa - Toscana Daily

Furti ad anziani, a Carrara individuati gli autori di una truffa

Indagine della Polizia di Stato sugli autori dei furti ad anziani in Italia: arrestati in cooperazione con la Police Nationale due cittadini marsigliesi.

Gli investigatori del Commissariato di P.S. di Carrara sono riusciti a individuare gli autori della truffa, commessa lo scorso mese di ottobre, ai danni di un’anziana signora mentre era intenta a prelevare una somma di denaro allo sportello ATM di un istituto bancario della città.

Per giungere alla certa identificazione dei truffatori, oltre alla testimonianza della vittima, gli investigatori, tramite la polizia scientifica, hanno acquisito e poi analizzato le registrazioni delle telecamere della videosorveglianza cittadina, riuscendo a seguire le tracce dei malviventi e ricostruire il percorso effettuato da questi ultimi per lasciare la città di Carrara.

Gli autori del delitto sono due cittadini francesi residenti a Marsiglia. In particolare, i due professionisti nel campo delle truffe e dei furti, con precedenti specifici in mezza Europa, sono risultati essere gli autori di analoghi episodi delittuosi commessi in diverse città italiane, sempre con la stessa tecnica: mentre uno dei due distraeva la vittima, solitamente una persona anziana, nel momento in cui stava per prelevare il denaro, l’altro con azione rapida provvedeva a sottrarre il denaro appena erogato dal bancomat.

Nel caso della signora di Carrara sono riusciti a sottrarle 630 euro, cifra importante per la donna.

Per la cattura dei due malviventi risolutiva è stata l’emissione da parte del Sostituto Procuratore dr. Alberto Dello IACONO, che ha coordinato le indagini, del mandato di arresto europeo, che ha messo in moto il meccanismo della cooperazione internazionale di polizia.

Nei giorni scorsi, infatti, la Police Nationale di Marsiglia in stretta sinergia informativa con gli investigatori della Polizia di Stato di Carrara ha individuato e arrestato la coppia delinquenziale in quella città francese. Adesso i due uomini si trovano ristretti in un carcere francese, in attesa dell’estradizione in Italia ove verranno sottoposti a processo.

Aggiornato il: 30-07-2020 14:06