Nasce l’Osservatorio “Musei chiusi musei aperti” dell’Università di Pisa - Toscana Daily

Nasce l’Osservatorio “Musei chiusi musei aperti” dell’Università di Pisa

Nasce l’Osservatorio “Musei chiusi musei aperti” dell’Università di Pisa


On line da aprile sul sito del Laboratorio MUSEIA, ha l’obiettivo di mappare e studiare le iniziative e le strategie dei musei italiani dopo la chiusura per l’emergenza Coronavirus

Dirette quotidiane in radio o in tv come al GAMeC di Bergamo o al Palazzo Ducale di Genova, “Azioni d’Artista” inedite su YouTube per il MAXXI di Roma, ma anche le cacce al tesoro e i laboratori per bambini di Palazzo Medici Riccardi a Firenze o i quiz artistici del Parco Colosseo di Roma fino a vere e proprie mostre digitali e molto altro ancora.
Sono queste alcune delle iniziative messe in atto dai musei italiani dopo la chiusura dell’8 marzo dovuta all’emergenza coronavirus. Per raccontare, documentare e studiare queste esperienze è nato l’Osservatorio #museichiusimuseiaperti dell’Università di Pisa on line da aprile sul sito di MUSEIA, il Laboratorio di cultura museale guidato dalla professoressa Antonella Gioli del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere.

“La chiusura dei musei sta producendo sperimentazioni molto interessanti con massiccio utilizzo del web e di altri canali per veicolare iniziative, contenuti e prodotti – racconta Antonella Gioli – il nostro obiettivo è di raccogliere e studiare tutte la varie forme in cui si esprime questa ‘resilienza culturale’”.

L’Osservatorio è organizzato in tre sezioni: “Mappatura” che riunisce le varie iniziative ordinate per tipologia di musei con dei focus sulle mostre virtuali e sulle attività per bambini; “Da Museia” dove si descrive quel che sta facendo il Laboratorio Museia in collaborazione con i musei partner; infine “Remix”, una raccolta di meme, video e suggestioni che “rileggono” le opere d’arte alla luce dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

Il sito dell’Osservatorio è aggiornato quotidianamente da un gruppo di lavoro coordinato da Elena Janniello con notizie raccolte dal web, dalle newsletter dei musei e segnalate da operatori, visitatori e studenti. E’ infatti possibile contattare e inviaresegnalazioni via mail a laboratorio.museia@cfs.unipi.it

Aggiornato il: 10-04-2020 11:13