Solidarietà e aiuto dalla Cina a Lucca per l’epidemia di coronavirus: da Chengdu 15mila mascherine per la Protezione Civile - Toscana Daily

Solidarietà e aiuto dalla Cina a Lucca per l’epidemia di coronavirus: da Chengdu 15mila mascherine per la Protezione Civile

In un’emergenza che vede l’Italia come uno dei paesi più duramente colpiti dall’epidemia, i rapporti di amicizia e scambio culturale degli ultimi anni fra Lucca e alcune città cinesi hanno lasciato il segno e stanno proseguendo nel più autentico senso di solidarietà. Nei giorni scorsi è giunta al sindaco Alessandro Tambellini una lettera del capo dell’amministrazione municipale di Mianyang:

“Vorrei esprimere il più fermo sostegno e la vicinanza a Lei e al popolo di Lucca – scrive il primo cittadino della metropoli cinese – Nel momento cruciale contro l’epidemia per la città di Mianyang, la città di Lucca ha espresso la vicinanza a noi, incoraggiando fortemente il nostro popolo ad essere fiducioso e determinato nel vincere la battaglia. Grazie agli ardui impegni compiuti da tutta la nostra città, siamo riusciti a superare l’emergenza. Finora Mianyang ha conquistato un’importante vittoria nella prima fase nell’ambito di prevenzione e controllo dei contagi. La vera amicizia non ha confini – prosegue il sindaco cinese – Il popolo di Mianyang è disposto a superare le difficoltà attuali a fianco della città di Lucca, condividendovi le esperienze sulla prevenzione e controllo dell’epidemia e fornendovi aiuti possibili, al fine di sconfiggere congiuntamente quanto prima la malattia. Siamo convinti che riusciremo a passare questo momento difficile ed a superare le dure prove del virus e che il gemellaggio tra Mianyang e Lucca si farà più forte e l’amicizia tra i popoli delle due città più profonda”.

Ma è grazie agli scambi musicali della Fondazione Giacomo Puccini e del Festival Virtuoso e Bel Canto che si stanno concretizzando i primi aiuti diretti provenienti dal grande Paese orientale. In particolare 15’000 mascherine, destinate alla Protezione Civile di Lucca, sono state messe a disposizione dalla capitale del Sichuan, Chengdu, e sono in viaggio per l’Italia; altre 500 mascherine sono state inviate da un’associazione cinese. Dalla città di Wuzhong arriva invece la disponibilità per l’invio di decine di migliaia di mascherine e diverse centinaia di tute sterili.

L’amministrazione comunale esprime profonda gratitudine per l’aiuto messo in campo da istituzioni e associazioni cinesi e sta seguendo con attenzione i contatti con i corrispondenti locali per risolvere i problemi logistici relativi alla spedizione dei material

Aggiornato il: 26-03-2020 12:52